Un’altra Italia, un’altra politica

L’ appello per la mobilitazione dell’11 ottobre  Le politiche aggressive del Governo di centrodestra, sostenute in primo luogo da Confindustria, disegnano il quadro di un’Italia ripiegata su se stessa e che guarda con paura al futuro, un Paese dove pochi comandano, in cui il lavoro viene continuamente umiliato e mortificato, nel quale l’emergenza è evocata costantemente per giustificare la restaurazione … Continua a leggere

FERRERO: STIAMO LAVORANDO AD UNA MOBILITAZIONE UNITARIA DELLA SINISTRA, NON FAREMO GLI OSPITI ALLA MANIFESTAZIONE DEL PD

Per sconfiggere Berlusconi e le politiche confindustriali è necessario costruire nel paese una opposizione di sinistra, che sappia cioè opporsi chiaramente alle politiche governative e prospettare una alternativa. La forza della destra infatti si nutre delle ambiguità di un Partito Democratico, molto confindustriale ed incapace di fare una opposizione chiara e di prospettare una alternativa al Berlusconismo. Per questo non … Continua a leggere

Intervista a Paolo Ferrero: «La Costituente è chiusa, ora ricostruiamo il partito»

da L’Unità del 23-07-2008   Alle elezioni con il nostro simbolo, ma non alleati con il Pdci. Il confronto sarà in Commissione politica, nessuno trasformi il Congresso in una telenovela. «Non è un problema di analisi logica. È un problema politico». Paolo Ferrero, firmatario della mozione 1 al Congresso di Rifondazione che si apre domani, ha le idee chiare sul … Continua a leggere

La “destra” del PRC propone la “costituente” al rallentatore

I congressi di circolo del PRC sono ormai pressoché terminati e il quadro del voto degli iscritti è ormai delineato. La “destra” di Vendola raccoglie il 47%, il “centro” di Ferrero e Grassi il 40%, le due “sinistre” ideologiche dell’Ernesto (marxista-leninista) e Falcemartello (trotskista) rispettivamente l’8% e il 3%. Poche briciole alla mozione dei “pontieri” De Cesaris e Russo. La … Continua a leggere

Come uscire dalla sconfitta. Con Rifondazione Comunista, in basso a sinistra

Il punto politico a cui deve rispondere il congresso mi pare chiaro: come uscire dalla drammatica sconfitta elettorale? Una sconfitta che ha mille cause ma che vede il suo punto focale nel fallimento della strategia di governo del paese con il Partito Democratico. Su tutti i nodi fondamentali il Pd ha mediato con i poteri forti. Noi ne siamo usciti … Continua a leggere

CHIANCIANO, L’OCCASIONE PER RIPRENDERE IL CAMMINO.

La mozione Vendola non ha ottenuto – è certo – la maggioranza assoluta del congresso: la proposta della costituente della sinistra non passa. Per chi ritiene Rifondazione Comunista il soggetto da cui ripartire e su cui investire in prospettiva, questo è – nella tempesta di questa fase – un risultato positivo. Dopo il 13 e il 14 aprile, dopo la … Continua a leggere

PARMA: congresso fra rissa e terremoto

Domenica è terminato il congresso della Federazione di Parma, che si è concluso con la definizione di una maggioranza composta dalla mozione 2, dall’Ernesto e da Falce e Martello, con la votazione di un documento che “dimissiona” i nostri assessori dalla Provincia e che – di fatto – avvia la crisi tra noi e il resto del centrosinistra appunto in … Continua a leggere

RISULTATI FINALI DELL’EMILIA ROMAGNA

Si sono – finalmente – conclusi i congressi di circolo della nostra regione. Il numero totale dei votanti è stato di 2968, di cui: al documento 1: 1574 voti, pari al 53% al documento 2: 737 voti, pari al 24,8% al documento 3: 364 voti, pari al 12,3% al documento 4: 252 voti, pari all’ 8,5% al documento 5: 41 … Continua a leggere

Facciamo una pausa e parliamo un po’ di politica

Il Congresso di Rifondazione si sta avvelenando al massimo grado. Le accuse reciproche si fanno sempre più pesanti. La mozione uno ed anche le altre minori accusano i “vendoliani” di aver gonfiato il tesseramento in alcuni circoli per guadagnare centinaia di voti, ai quali non corrisponde alcuna adesione politica reale. I sostenitori della seconda mozione contestano il divieto a far … Continua a leggere